14.3.07

Quando si dice "megghiu li cani"

Ieri è stato ritrovato un delfino sulla spiaggia di Mondello, in prossimità della piazza della borgata.
Sembra si sia semplicemente arenato, non riporta segni evidenti di ferite da eliche, o graffi da rete. Il corpo, praticamente intatto, se non per qualche piccolo segno provocato da... ragazzini del luogo che vedendo il corpo di un animale così bello, così inopinatamente amico di quell'uomo che lo pesca per farne brandelli da usare come esca per gli squali (grazie Ilaria per la notizia) non hanno trovato di meglio da fare che farne un bersaglio per il loro lancio di pietre.
I gabbiani, che pure avevano sotto gli occhi e le piume
cibo a volontà, non si sono neanche avvicinati. I cani, come si può vedere nelle foto che allego, si limitano ad annusare rispettosi.
I ragazzini, lanciano le pietre.
Chissà, pensavano di trovarsi davanti un videogioco.

Fossi un delfino penso accetterei serenamente l'idea di morire su una bella spiaggia. Capita, è il gioco della vita.

Ma essere preso a sassate da morto da un branco di imbecilli penso mi farebbe davvero girare le... pinne.

Megghiu li cani...




P.s.: le foto che posto di seguito sono un po' forti,
mostrano la crudezza di un corpo di delfino morto, qualora non vogliate vederle non dite che non avevo avvertito.





















foto del 13/03/2007

Nessun commento: