8.2.09

Per sbaglio

Per sbaglio stasera la tv era accesa.

Sempre per sbaglio l'ho sintonizzata su TGS, altisonante acronimo per Tele Giornale di Sicilia, che credo sia abbastanza plausibilmente la peggiore emittente televisiva dell'occidente cosiddetto evoluto.

Non ho potuto fare a meno di vedere, nel mio viaggio per la stanza alla ricerca del telecomando, la trasmissione che ho visto a volte in onda a casa dei miei quando il Palermo (inteso come squadra di calcio) gioca, come stasera in casa contro il Napoli.

Ho visto il solito... non so, cinema, teatro, scantinato di parrocchia, pieno fino al colmo di esimi concittadini, con il palco impreziosito (adoro gli eufemismi) di star locali... comici, cantanti, cabarettisti, autorità politiche...

Ho fatto in tempo, per sbaglio, a sentire il conduttore della trasmissione cazziare brutalmente una ragazza, ignoro chi fosse, rea di aver evidentemente detto in diretta (probabile collegamento telefonico, fanno così anche i servizi del loro cosiddetto TG) telefonica nientemeno che "Forza Napoli".

IIl conduttore, la versione emaciata di Telly Savalas, stava dicendo "Abbiamo sentito tutti il tuo Forza Napoli... la prossima volta, mi raccomando, un po' più di rispetto per il pubblico che..."


Ora, io ignoro chi fosse al telefono. Considerati i gusti musicali tipici dei palermitani, niente di strano che fosse una cantante di musica napoletana, magari un'idolo delle folle, una di quelle che canta di arresti, corna, gravidanze a 15 anni con voce lamentosa...

Ipotizziamolo...

Ora io mi chiedo: se mai la vita (improbabile, lo so) dovesse portare il conduttore ad essere ospite in una tramissione di una tv locale napoletana durante un Napoli - Palermo... cosa direbbe? Di certo non "Forza Palermo", dal momento che stasera ha stigmatizzato in diretta la cosa.

Bene, direbbe Forza Napoli, e non per sbaglio.

A me del Palermo non interessa niente, retrocedesse o fosse radiato non ne sentierei la mancanza... come non sentirei la mancanza di questa mentalità palermitana profondamente assoggettata al cosiddetto sentire comune, subito prona di fronte al politically correct da fila alle poste, a radici culturali mai discusse... e quindi mai messe in discussione.

E anche per 'ste cavolate mi sento palermitano per sbaglio.

1 commento:

Florinda© ha detto...

Palermitano per sbaglio? Solo?
Io punto più in alto.. Mai sentito Siciliano per sbaglio?
Rinchiuso in un'isola che potenzialmente potrebbe essere la regione più ricca d'Italia, ma che grazie alla mentalità dei siciliani stessi rimane immobile e sospesa nell'indecisione, nell'incompiutezza merito anche dell'immancabile lagnusia che nemmeno una giornata con 48C° gradi all'ombra potrebbe giustificare.
Un'isolamento mentale forse frutto di emulazione per la geografia della Sicilia: un cervello in una mare di niente.
Basta passare pochi giorni in una città che sia abbastanza a nord da farti pensare "non potrei viverci mai, c'è troppo freddo" per renderti conto che non è solo
un'illusione la tua, che altrove sono più avanti: attivi, instancabili, moderni, aperti. Ehi, un momento..aspetta.. forse non tutti sono così aperti come pensavi, altrimenti quel signore che parla quella che ti pare più
una lingua straniera che un dialetto italiano, non ti starebbe guardando male perché il tuo accento rivela inesorabilmente la tua identità di terrone. Ed ecco che si passa alla fase successiva. Accorgersi che c'è qualcosa di sbagliato anche nell'essere italiani.

Visto che questo è solo un commento.. non vorrei occupare troppo spazio, ti dico solo che la conclusione finale mi ha portato a domandarmi se almeno fossi finita nel sistema solare giusto. Appena trovata la risposta, te la faccio sapere...