25.3.08

Genetliaco con ossimoro

7 è un numero magico, che ricorre in quasi tutte le cose che l'umana conoscenza e la natura hanno posto come basi dell'esistenza. I 7 peccati capitali, i 7 re di Roma con i suoi 7 colli, i 7 giorni della settimana, i 7 nani, la torta 7 veli...

In 35 anni, che sono appunto 7 lustri, qualcosa sulla vita l'ho imparata, sia come che adesso conosco, sia come cose che so fare...

ALCUNE COSE CHE HO IMPARATO BENISSIMO:
- dormire
- mangiare
- guadagnarmi la fiducia dei cani con l'espressione degli occhi e qualche sussurro
- valutare le persone dopo 30 secondi
- parlare di me stesso e dei miei sentimenti con chiunque senza vergogna
- inseguire sogni improbabili salvo poi mollarli una volta realizzati
- deviare su me stesso il dolore che era diretto ad altri
- non deviare sugli altri il dolore che era diretto a me
- che dopo 15 anni a un pacchetto al giorno, sono capace di stare 5 anni senza fumare nemmeno una sigaretta
- che l'aspettativa è l'utero in cui la delusione attecchisce e si sviluppa
- che i rapporti umani nella loro fase iniziale spesso reagiscono ad una versione eterea del principio di Archimede per cui un affetto immerso in un cuore altrui riceve una spinta uguale e contraria al volume dei sentimenti spostati
- che e' faticoso e doloroso pensare a qualcun altro quando sei impegnato, ma che quando una persona ti e' entrata in testa e' impossibile non pensarci...

ALCUNE COSE CHE HO IMPARATO BENINO:
- cucinare
- scrivere poesie e racconti brevi
- giocare a calcetto
- disegnare
- aspettare
- preparare la crema di limoncello
- parcheggiare
- reggere l'alcool
- entrare in sintonia con le persone con handicap fisici
- stabilire le relazioni di causa ed effetto tra gli eventi e le reazioni che generano
- che il fondo del proprio cuore non e' il posto piu' sicuro dove nascondere le emozioni da tenere segrete
- che i sentimenti legati alle tue radici sono facili da negare a parole ma rimangono radicati in te e hanno reflussi abbastanza devastanti anche quando meno te lo aspetti...


ALCUNE COSE CHE HO IMPARATO DISCRETAMENTE:
- suonare il basso
- guidare la moto
- costruire mobili artigianali
- ascoltare gli altri
- essere autoironico
- che spesso i paradossi sono la cosa piu' sensata in cui potersi imbattere
- il fatto che nei rapporti umani non sempre 2 + 2 e' uguale a 4 e che quindi non e' possibile predire il risultato finale della somma di due anime...

ALCUNE COSE CHE HO IMPARATO COSI' COSI':
- suonare la chitarra
- andare sui pattini in linea
- controllare il mio ego ipertrofico
- tollerare i limiti altrui
- elaborare la perdita di un affetto in tempi ragionevoli anche se sono stato io a mollare
- vincere la pigrizia
- concedere agli altri una seconda chance...

COSE CHE HO IMPARATO MALE:
- spolverare, perche' e' una cosa odiosa, noiosa all'inverosimile...


Ecco, spolverare... lo ammetto, non e' che lo faccia con una dedizione particolare, ho sempre la sensazione che ci si qualcos'altro di piu' importante da fare...

Cosi' mi trovo a vivere un compleanno con ossimoro, 7 lustri non lustri.

Cosa volere di piu'? :)


25 Marzo 2008

4 commenti:

TrecceNere ha detto...

AUGURI DI BUON COMPLEANNO!!!!

Maxdog ha detto...

Tsé

Anonimo ha detto...

Spolvera meno i tuoi pensieri e lascia che i neuroni interagiscano così come sono. Auguri. Fatti vedere anche 5 minuti. Ciao.

Maxdog ha detto...

Potrei anche farmi vedere...

Sapessi chi sei, sarebbe più facile -.-'

Ciao.