31.10.06

Profondo rosso

Ieri mattina prendo posto sull'806, mentalmente settato per un lunedì di lavoro. Area non più calda come nei giorni precedenti, ma mitigatamente gradevole. Tra l'altro, prima mattina di lavoro con ora solare, non fosse altro che per questo è stato divertente fare conoscenza col nuovo mondo che mi mostrava, svelato dalle nuove traiettorie dei raggi del sole.
Riesumo dalla mia personale sacca di Doraemon (la mia verde borsa militare) Barnum di Baricco, il lettore mp3, farcito per adesso con ripieno monoautore alla Ludovico Einaudi, e mi immergo in questo micromondo prelavorativo.
Leggere Baricco ed ascoltare Einaudi è come mettersi volontariamente sotto scacco, con attacco combinato torre-regina, soprattutto per uno come me che, lungi dall'essere un intellettuale, giusto un paio d'anni fa avrebbe avuto come massima prospettiva una accoppiata Metallica - Stephen King.
Cosa difficile è, in questi casi, riuscire a settare il volume del lettore in maniera tale da metterlo in equilibrio con la lettura del libro, né prevalente né sottomesso, in modo da potersi davvero fare cullare da due forze contrapposte, ma alleate.
Assorto nella lettura... sbraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaammmmm... parte l'autobus. Non avevo mai valutato l'impatto di un rumore così repentino e invasivo. In pratica ho dovuto triplicare l'attenzione, cercando di escludere dalle informazioni che arrivavano al mio encefalo quelle legate al rumore ambientale e allo sballottolamento del mio corpo causa traiettorie ardite dell'autista.
La cosa impressionante è che la musica è sparita. Il volume che prima era più che sufficiente, è stato sommerso da quello del motore della vettura. E mi sono reso che leggere in quelle condizioni ambientali, da esercizio naturale, si è trasformato in un un impegno vero e proprio. Ho chiuso il libro, ho spento il lettore mp3 e mi sono arreso.
Ma non è forse questo che succede ogni giorno? Una serie di informazioni superflue e residuali ci assalgono senza chiedere permesso.
Cosa mi da l'urlo del vicino che rinfaccia alla moglie una moralità non eccelsa? Cosa la gioia infantile e cristallina del quattordicenne che avvia la Vespa e accelera per 20 minuti a tutto gas prima di partire? Evito come la peste la tv commerciale e mi arriva in casa l'audio di quello del piano di sotto, con la pubblicità di Mediaset a tutto volume.
E tutte queste informazioni non richieste pesano, perché sono urla strazianti che invocano attenzione, anzi la pretendono... Ricordo che a volte mi capitava di appisolarmi di fronte alla tv durante un film... per venire strappato dalle braccia di Morfeo al partire del primo jingle della pubblicità: il messaggio era
"Ma cosa credi, di poter dormire e non produrre? Col cacchio, beccati questo e domattina, da bravo, vai a comprare qualcosa, vai a spendere".
Ecco, io non vorrei essere intransigente, due parole le vorrei spendere in favore del mondo, di questo aspetto modernistico del mondo... le vorrei spendere davvero... ma dall'ultimo estratto conto del Conto Tolleranza si evince che lo stesso è in rosso... profondo rosso.


* avvertenza: il presente post è stato concepito e scritto di fretta, a lavoro e, quindi, potrebbe essere soggetto a revisione :)

2 commenti:

Anonimo ha detto...

+ che di revisioni avrebbe bisogno di qualche commento; ma purtroppo manca il tempo per farlo!!!
ti invio una chicca che ti farà certamente piacere
1. New York City ha 11 lettere
2. Afghanistan ha 11 lettere
3.Ramsin Yuseb (il terrorista ke aveva progettato di distruggere le
Torri
Gemelle nel 1993) ha 11 lettere
4. George W Bush ha 11 lettere
Questa potrebbe sl essere una coincidenza ma diventa più
interessante mano
a mano ke la leggete
1. New York è l' 11° stato
2.Il volo 11 aveva 92 passeggeri ( 9 + 2 = 11)
3. Il volo n° 77 che si scontrò con le Torri Gemelle, aveva 65
passeggeri
(6 + 5 =11)
4. La tragedia avvenne l'undici settembre, anche conosciuto come
9/11 ( 9 +
1 + 1=11)
5. Come magari sapete il numero di emergenza degli USA è 911 ( 9 + 1
+
1=11)
Ancora solo una coincidenza? Continuate a
leggere! 1) Il numero totale delle vittime degli aerei che si
scontrarono=254 ( 2 + 5 + 4 = 11)
2) L'undici settembre è il 254° giorno dell'anno ( 2 + 5 + 4= 11)
3) La tragedia di Madrid: 3.11.2004 ( 3 + 1 + 1 + 2 + 0 + 0 + 4 =11)
4) La tragedia di Madrid era 911 giorni dp la tragedia delle Torri
Gemelle
pensi ancora ke sia una coincidenza??

Prova questo e poi dimmi cosa ne
pensi:
Apri
Microsoft Word,
1. Scrivi in maiuscolo Q33 NY. Quello è il numero del primo aereo
che vi
piombò nelle Torri Gemelle
2. Seleziona Q33 NY
3. Cambia la dimensione a 48
4.Cambia la scrittura a WINDINGS (WINDINGS 1)
Fa PAURA O COSA????!!!!!!!!!???????? Questo è davvero strano......
Re invia
questa e mail a tutti i tuoi contatti in 11 minuti...... se n lo fai
i tuoi
amici nn avranno l'opportunità di essere un pò perplessi!!!!
e........ domani a scuola mi raccomando la sempre puntualità....
Enzo

Maxdog ha detto...

Wow!!! Ti sei ricordato l'indirizzo del blog! Sono commosso :')
Sono felice che tu abbia lasciato un commento, e che quindi abbia letto queste piccole storie, questi piccoli commenti... :)
Per la puntualità... salterò prima o poi, come tutti... ma fin che dura, mi sta bene. Ci vediamo a lavoro domani! :)